Una notte in rifugio nel vero cuore delle Dolomiti

Coppie

Famiglie

In fuga dalle grandi città, alla ricerca di natura e relax

Individuali

Piccoli gruppi

Viaggiatore attivo

icon Ispirazione Ispirazione

La vita inizia quando si esce dai confini della propria comfort zone. Dormire in un rifugio d’alta quota, lontani dal traffico delle strade e dal rombo delle motociclette. Cenare in tranquillità con una zuppa calda mentre fuori le stelle brillano senza inquinamento luminoso. I rifugi delle Dolomiti sono un’esperienza da mettere in calendario per la vostra prossima vacanza!

Avete messo nello zaino tutto quello che vi serve: spazzolino e ciabatte non mancano. State partendo per un’escursione unica verso il centro geografico, il vero cuore delle Dolomiti. E lo state facendo in maniera di versa dal solito: stavolta partite per fermarvi lì.
La Val Ombretta vi accoglie come solo Madre Natura sa fare, con il gorgolìo del Pettorina e i fischi allegri delle marmotte. La salita è faticosa, lo zaino è più pesante del solito. Ma vi sentite forti e la meta è nitida nella vostra mente.
Un passo dopo l’altro, costanti e inarrestabili, arrivate al Rifugio Onorio Falier, sotto la parete sud della Marmolada, e vi sentite subito a casa. L’atmosfera è semplice, di montagna. Dante vi accoglie con una minestra calda e genuina. Fuori il sole comincia a calare, una leggera brezza fresca vi ricorda che anche se è estate in montagna non c’è mai troppo caldo.
Nella camerata conoscete persone da tutto il mondo, giovani backpacker, coppie alle prese con l’Alta Via n. 2, arrampicatori che studiano la via da fare il giorno dopo, viaggiatori solitari che leggono libri di poesie e scarabocchiano il profilo del Pelmo su un tovagliolo.
Vi sentite lontani dal caos, dallo stress e dal mondo frenetico della valle.
La notte è silenziosa, quasi surreale. Passa così veloce che quasi vi dispiace alzarvi, ma vi aspettano lo strudel di Franca e un buon caffè caldo per iniziare carichi una nuova giornata nella natura!

 

Photo credits: Heart of the Dolomites

cosa portare con te

Nei rifugi è obbligatorio l’utilizzo del saccolenzuolo, quindi se ne avete uno ricordate di portarlo con voi. Se non lo avete, lo potrete acquistare direttamente al Falier.
Portate tutto ciò che vi serve per essere comodi e a vostro agio, cercando di evitare peso inutile da portarvi sulle spalle.

informazioni utili

Quota: 2074 s.l.m.
Apertura garantita dal 20 giugno al 20 settembre.
È preferibile prenotare via telefono (mail solo con largo anticipo e valida solo con risposta di conferma).
Obbligatorio l’utilizzo del saccolenzuolo (eventualmente in vendita al rifugio).
Doccia calda a pagamento.
Elementi logo

Elementi correlati

Spingiti oltre i tuoi limiti lungo le vie ferrate

Mentre programmavo il mio viaggio in Italia, nel Cuore delle Dolomiti, ero sicura di una cosa: dovevo provare le famose...

Verso rifugi meravigliosi in Val Civetta

Non c'è niente di meglio che un'esperienza nei tipici rifugi nel Cuore delle Dolomiti. In realtà, il nome rifugio non...

Escursione a El Cor, il cuore delle Dolomiti

Con così tante bellissime aree escursionistiche nelle Dolomiti, è difficile scegliere quella che preferisco. Ma per tutto il tempo che...

Risveglio benessere al laghetto

Un’oasi incastonata fra acqua e roccia è il luogo perfetto per il risveglio di mente e fisico. Dai al tuo...