Sottoguda e Palue

Coppie

Famiglie

Individuali

Local culture explorer

Piccoli gruppi

Prima di imboccare le curve iniziali del Passo Fedaia, troverai un’altra piccola perla in quanto a tipicità e autenticità: è il paese di Sottoguda con l’adiacente abitato di Palue, dal 2016 parte del Club de “I Borghi più belli d’Italia”.

I centenari tabièi (fienili), testimoniano silenziosamente l’architettura tipica delle Dolomiti e lo stile di vita dei suoi abitanti di un tempo, a impatto zero e in armonia con la natura. Il solo materiale di costruzione dei fienili è infatti il legno, assemblato secondo l’antica tecnica a incastro del Blockbau. Anche le case in pietra emanano l’atmosfera di un tempo, quando i sassi di calcare e basalto venivano raccolti nelle valli soprastanti e tagliati a mano per costruire la propria abitazione.
Un’icona di Sottoguda è anche la chiesetta in stile gotico alpino dedicata ai Santi Fabiano, Sebastiano e Rocco, costruita e consacrata nel ‘400.
In questo borgo la tradizione è più viva che mai, e a perpetuare l’antica arte del ferro battuto artistico sono i giovani fratelli De Biasio, fabbri da generazioni. Le loro creazioni, ispirate alla natura e alle leggende, popolano la Fosina, dove potrai avvicinarti agli artisti all’opera.
Sottoguda è anche la porta d’accesso a indimenticabili escursioni lontane dalla folla e cariche di magia.

 

Photo credits: Liz Carlson – Young Adventuress

Sottoguda e Palue